+1 voto
29 visite
in Formazione da (130 punti)
ri-taggati da
Buonasera a tutti. Ultimamente sto considerando l'idea di fare un master di traduzione all'estero, ma mi chiedevo: fino a che punto conviene studiare, ad esempio, traduzione editoriale/letteraria con una combinazione che non ha l'italiano come lingua di arrivo?

Da una parte, penso che andrebbe bene perché potrei comunque imparare gli aspetti tecnici e applicarli poi anche in italiano; dall'altra, non so se ha molto senso. Preciso che il problema non sarebbe tradurre verso un'altra lingua durante il corso, bensí l' "utilità" del titolo in una prospettiva futura.

Fai il log in oppure registrati per rispondere al quesito.

In DiventareTraduttori potrai porre quesiti sul mondo della traduzione e ricevere risposte da altri membri esperti della community.

Registrati o accedi tramite Facebook per entrare a far parte della community.

Scelti per voi

Trovare tutto su internetIl traduttore insostituibileWeb Hosting
...