+2 voti
79 visite

1 Risposta

+1 voto
risposta inviata da (9.6k punti)

Gli standard sono il risultato di accordi tra vari attori del mercato. Non sostituiscono le leggi, né sono vincolanti in alcun modo. Servono piuttosto a definire una base comune su cui basare gli accordi commerciali. Gli standard di solito si usano per definire le caratteristiche dei prodotti e dei servizi o per implementare processi, com'è il caso delle norme EN 15038 e ISO 17100, relative ai servizi di traduzione.

Queste norme sono norme di qualità, ovvero si propongono di definire un procedimento teso alla qualità del prodotto (della traduzione in questo caso). Descrivono come dovrebbe essere un processo di traduzione, da quando si ricevono i testi, fino alla consegna. Standardizzano il processo mediante procedimenti. Non si tratta di norme che valutano la qualità della traduzione in sé, anche se stabiliscono un procedimento interno teso alla qualità della traduzione mediante modelli di revisione. Essendo tuttavia basati sul modello TEP (Translation, Editing, Proofreading) non coprono tutti i casi e possono essere discutibili, dato che il mercato dei servizi linguistici spesso si distacca da questo modello.

Domande correlate

+3 voti
1 risposta 199 visite
+2 voti
1 risposta 92 visite
+3 voti
1 risposta 561 visite
In DiventareTraduttori potrai porre quesiti sul mondo della traduzione e ricevere risposte da altri membri esperti della community.

Registrati o accedi tramite Facebook per entrare a far parte della community.

Scelti per voi

Il traduttore insostituibileWeb Hosting
...